Tempo

Vogliamo forse accontentarci del tempo?

Quant’è mio il mio tempo, colmo, odoroso, impolverato

Questa dolce sera è un pianeta di serenità

di piccola immensità e fumo

al di là di essa vi è la luna

algida e incorruttibile e un universo

che padre freddo corre fra astri solitari

e nel calmo buio c’ignora

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...