Report perugini – L’antieroe Oliva e la mafia

rubenLa mafia vive e prospera e il giornalismo la ignora. L’analisi di Ruben H. Oliva è impietosa. Il giornalista italo-argentino, già aggredito una volta dalla camorra, non esita a definire «imbarazzante» il lavoro dei media italiani riguardo la mafia. Troppi i silenzi, troppe le inchieste che il pubblico non ha mai visto, cassate perchè «Secondo molti direttori la mafia non fa più notizia». Oliva, ex reporter de La Repubblica, Radio Popolare e del Secolo XIX, la pensa in modo diverso. Il suo lavoro dimostra che le organizzazioni criminali sono attive più che mai e il giornalismo non può coprirsi gli occhi. Lungometraggi come ‘O Sistema e La Santa testimoniano di un impegno di denuncia e informazione spesso ignorato dall’opinione pubblica, dai grandi mezzi di comunicazione.

Realizzati con Matteo Scanni ed Enrico Fierro, ‘O Sistema e La Santa raccontano un mondo di affari e omicidi, di estorsioni e faide, di consuetudini ataviche accompagnate dall’uso smaliziato dei più moderni mezzi tecnologici.

Oliva, Scanni e Fierro non appaiono mai in video, le loro inchieste si concentrano sull’oggetto dell’indagine e sui suoi personaggi. Il protagonismo del giornalista moderno è lontano dalle loro convinzioni. «Veniamo dalla scuola dei vecchi cronisti, per i quali il giornalismo doveva raccontare la realtà e i reporter erano dei semplici lavoratori della notizia».

Pietro Bellantoni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...