Attenti alla setta del grind’n’roll

Volete sapere davvero cos’è il grindcore? Niente di meglio per scoprirlo che l’appuntamento in programma domani sera allo United Club di corso Vigevano. Alle 22, un carico di chitarre distorte, ritmi sincopati e voci malefiche made in Australia aspetterà di riversarsi su tutti i patiti del radical hard rock dalle atmosfere tenebrose e sanguinolente. E’ la serata dei Blood Duster, provenienti da quel background musical-culturale che ha dato i natali a un gruppo come gli Ac/Dc, le cui sonorità si percepiscono chiaramente nello stile di quelli che molti definiscono i maestri del grind’n’roll.

Con la band dei fratelli Young, i Blood Duster condividono anche un certo gusto nel cavalcare tematiche sessiste, porno e sostanzialmente scorrette. Sempre stati così, fin dal primo album, Fisting The Dead, in cui su riff impazzanti e da voci gutturali saltavano fuori argomenti come il cannibalismo e la necrofilia. Insomma, non è un evento adatto ai benpensanti.

Pietro Bellantoni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...